europa cinemas FICE Schermi di qualità

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere, con cadenza settimanale, la Newsletter Cinemaincentro con le informazioni, le trame, gli orari e altre notizie sulla programmazione delle nostre sale.

Se vuoi ricevere aggiornamenti o informazioni last minute via SMS inserisci il tuo numero di cellulare.

Cinema Italia Faenza
TUTTI I SOLDI DEL MONDO
mercoledì 17 gennaio
TUTTI I SOLDI DEL MONDO
Regia: Ridley Scott
Attori: Mark Wahlberg, Michelle Williams, Christopher Plummer, Charlie Plummer, Teresa Mahoney, Stacy Martin, Francesca Inaudi, Andrew Buchan, Timothy Hutton, Marco Leonardi
Distribuzione: Lucky Red
Paese: USA 2017
Genere: Drammatico
Durata: 132 minuti

Roma, 1973. Alcuni uomini mascherati rapiscono un ragazzo adolescente di nome Paul Getty III, nipote del magnate del petrolio Jean Paul Getty, noto per essere l’uomo più ricco al mondo e al tempo stesso il più avido. Il rapimento del nipote preferito, infatti, non è per lui ragione sufficientemente valida per rinunciare a parte delle sue fortune, tanto da costringere la madre del ragazzo Gail e l’uomo della sicurezza Fletcher Chace a una sfrenata corsa contro il tempo per raccogliere i soldi, pagare il riscatto e riabbracciare finalmente il giovane Paul.

Diretto da Ridley Scott e sceneggiato da David Scarpa, Tutti i soldi del mondo racconta un fatto di cronaca realmente accaduto e divenuto un caso mediatico internazionale: il rapimento di Paul Getty III. Tutto ha luogo a Roma nel 1973 quando alcuni uomini mascherato rapiscono un adolescente di nome Paul Getty III, nipote del magnate del petrolio Jean Paul Getty, noto per essere l'uomo più ricco del mondo e allo stesso tempo il più avido. Il sequestro del nipote non rappresenta per Getty una ragione sufficientemente valida per rinunciare a parte delle sue fortune e costringe Gail, la madre del ragazzo, a intraprendere, con l'aiuto dell'uomo della sicurezza Fletcher Chace, una disperata e sfrenata corsa contro il tempo per raccogliere i soldi, pagare il riscatto e riabbracciare il figlio.  Con la direzione della fotografia di Dariusz Wolski, le scenografie di Arthur Max, i costumi di Janty Yates e le musiche di Daniel Pemberton, Tutti i soldi del mondo si basa su un libro scritto da John Pearson (Painfully Rich: The Outrageous Fortune and Misfortunes of the Heirs of J. Paul Getty) e riporta l'attenzione su una vicenda pubblica e privata, che sconvolse il mondo intero per avere rivelato a tutti come Getty amasse più il denaro che la propria famiglia. "Conoscevo la storia del rapimento e da tempo desideravo scrivere qualcosa sul potere dei soldi e su come questi controllino e modellino la vita delle persone. Pensare, prendere decisioni, scegliere con chi sposarsi, valutare il luogo in cui vivere, optare per un lavoro e non per un altro: sono tutte azioni dettate dal denaro, in grado di influenzare le scelte sia di chi è senza soldi, seppur in maniera limitata, sia di chi ne ha fin troppi, come nel caso di Getty. Il rapimento del giovane Paul Getty era qualcosa che ricordavo, un po' come tutti. La storia del ragazzo senza orecchio rimasta nell'immaginario collettivo ha portato in luce come il nonno, uno dei magnati più ricchi al mondo, avesse rifiutato di pagare il riscatto, 17 milioni di dollari, nonostante avesse a disposizione qualcosa come un miliardo di dollari. Per Getty, il problema non era pagare il riscatto e salvare il nipote. Il suo problema risiedeva altrove: psicologicamente, non poteva sopportare di separarsi dai suoi soldi. Ecco perché, nello scrivere la sceneggiatura, la storia passa dall'essere un thriller classico a qualcosa che esamina il peso che il denaro ha su Getty e le conseguenze che ciò comporta sia per la sua famiglia sia per i rapitori. Ironicamente, a essere tenuto in ostaggio non è solo il nipote ma anche il nonno, sequestrato dalle sue stesse fortune", ha evidenziato Scarpa.