europa cinemas FICE Schermi di qualità

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere, con cadenza settimanale, la Newsletter Cinemaincentro con le informazioni, le trame, gli orari e altre notizie sulla programmazione delle nostre sale.

Se vuoi ricevere aggiornamenti o informazioni last minute via SMS inserisci il tuo numero di cellulare.

Rocca Brancaleone Ravenna
50 PRIMAVERE
venerdì 29 giugno
50 PRIMAVERE
Regia: Blandine Lenoir
Attori: Agnès Jaoui, Thibault de Montalembert, Pascale Arbillot, Sarah Suco, Lou Roy-Lecollinet
Distribuzione: Bim
Paese: Francia 2017
Genere: Commedia
Durata: 89 minuti

Una donna che ha subito un trauma a quarant'anni si ritrova dieci anni dopo senza lavoro e a vivere i panni della nonna. La sua voglia di vivere però la porta a dare una svolta alla sua esistenza e in breve si mette a caccia di un principe azzurro.

Diretto da Blandine Lenoir e sceneggiato dalla stessa con Jean-Luc Gaget, 50 Primavere racconta la storia di Aurore, una cinquantenne che, separata dal marito, ha appena perso il lavoro e scoperto che diventerà nonna. Aurore sta per essere lentamente messa da parte dalla società quando casualmente si imbatte nel suo grande amore di gioventù e ricomincia a vivere come non mai, rifiutando l'idea che la sua vita sia oramai "finita". Arriva così per lei il momento di ricominciare e di scoprire le gioie della menopausa, anche se ciò porterà qualche scossone alla sua esistenza.  Con la direzione della fotografia di Pierre Milon, le scenografie di Eric Bourges, i costumi di Marie Le Garrec e le musiche di Bertrand Belin, 50 Primavere viene così raccontato dalla regista: "Come spesso accade con i film, il soggetto di 50 Primavere è nato da un'esperienza personale. Mi sono avvicinata ai quarant'anni con angoscia ma senza comprendere perché avessi così tanta paura di invecchiare mentre i miei amici maschi erano tranquilli e senza preoccupazioni. Mi sono allora resa conto che al cinema difficilmente si raccontano le donne di una certa età, soprattutto le cinquantenni. Ho molte amiche cinquantenne, donne incredibili, bellissime e di talento, ma spesso sole e senza amore, i cui ex si sono invece rifatti una vita. Ho voluto con 50 Primavere rendere omaggio a loro e al loro modo di invecchiare, oltre che cercare un modo per placare le mie ansie. Aurore, la mia protagonista, sta vivendo un momento non facile: è sola, in una situazione precaria e in piena menopausa. Eppure, trova il modo per riprendersi in mano la sua vita, di far fronte a una discriminazione, di scoprire la solidarietà con le altre donne e di rendersi conto che ancora tutto è possibile. Di vivere, insomma, una sua personale emancipazione. Il tutto viene raccontato con umorismo: si può ridere anche di cose che spesso non sono divertenti". (da FilmTV)