europa cinemas FICE Schermi di qualità
Cinema Italia Faenza
< Tutte le sale

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere, con cadenza settimanale, la Newsletter Cinemaincentro con le informazioni, le trame, gli orari e altre notizie sulla programmazione delle nostre sale.

Se vuoi ricevere aggiornamenti o informazioni last minute via SMS inserisci il tuo numero di cellulare.

Cinema Italia Faenza
LUIS E GLI ALIENI
sabato 29 - domenica 30 settembre
LUIS E GLI ALIENI
Regia: Franciska Friede
Distribuzione: Koch Media
Paese: Germania/Lussemburgo/Danimarca 2018
Genere: Animazione
Durata: 85 minuti

Luis è un dodicenne timido e introverso, spesso bullizzato dai compagni. Suo padre, l’ufologo Armin Sonntag, non gli dedica molto tempo, intento a scrutare il cielo alla ricerca di vita extraterrestre. Anche il Preside della scuola si accorge della situazione familiare di Luis e decide di mandarlo nell’Istituto gestito dalla severa e inquietante Signorina Sadiker. Tutto cambia però quando dallo spazio 3 goffi Alieni (Mog, Nag e Wabo), intercettano una televendita terrestre dell’imperdibile materassino massaggiante Nubbi dubbi. Ne vogliono uno a tutti i costi! Partono, così alla volta della terra, schiantandosi nei pressi della casa di Luis dopo una manovra maldestra. Dopo aver fatto amicizia, i tre alieni, dotati di singolari extrapoteri, e il coraggioso Luis, vivranno avventure incredibili e si aiuteranno a vicenda per risolvere i loro problemi.

Coup de coeur dei bambini al LuxFilmFest, Luis e gli alieni è realizzato alla loro altezza con efficacia e sguardo propenso ad ascoltare la voce intima delle cose.  Narrare ai ragazzi è una cosa seria e da sempre i più piccoli sono ascoltatori migliori dei grandi. Ci credono e lo confermano i fratelli Wolfgang e Christoph Lauenstein, ricompensati con un Oscar nel 1989 per Balance, uno straordinario (e beckettiano) corto animato con cinque personaggi- marionette su una piattaforma instabile in bilico sul vuoto. Diversi anni dopo, il loro primo lungometraggio, meno cupo e decisamente più vivace, è apertamente dedicato alla ricerca della comunicazione (interspecie), all'amicizia, al rispetto del diverso, al senso della vita e della morte (la madre di Luis morta prematuramente).   La semplicità della messa in scena, certe situazioni sono prevedibili ma ci si diverte moltissimo con gli alieni protagonisti che tentano di gabbare il prossimo con più o meno successo, indica la volontà di avvicinare i bambini a temi importanti e a veicolare concetti senza tempo. Accentuando l'azione e i momenti ironici, la capacità degli alieni di trasformarsi in uomini o animali mangiando i loro capelli o i loro peli è una fonte di gag esilarante, Luis e gli alieni cerca la valenza educativa tra adulti troppo presi dal loro mandato e compagni canzonatori.  Il film affronta di fatto in maniera trasversale ma consapevole il tema del bullismo, offrendo spunti affatto banali. L'emarginazione di Luis diventa il suo punto di forza, contrapponendo agli spazi desolati del quotidiano l'assoluto della sua immaginazione. Lì, il ragazzo coltiva la propria fantasia e l'ossessione del padre, in attesa dell'effetto speciale. A questo punto il racconto si abbandona alla fantascienza materializzando tre alieni ben caratterizzati che duplicano la sembianza, che si adattano conservando lo scarto del desiderio, che hanno la consistenza del sogno, quello di Luis di 'recuperare' il suo papà. Un genitore che sia finalmente in grado di comprendere il figlio trovando una vera ragione ai suoi giorni. Film d'animazione tedesca, Luis e gli alieni è un incontro pedagogico del terzo tipo che insegna a osservare dietro alle apparenze. A cercare il senso nascosto dietro all'evidenza. (Marzia Gandolfi - MYmovies)