SCHEDA DEL FILM

Cinema Sarti Faenza

prosegue

GRANDI BUGIE TRA AMICI

  • Regia: Guillaume Canet
  • Attori: François Cluzet, Marion Cotillard, Gilles Lellouche, Laurent Lafitte, Benoît Magimel
  • Distribuzione: Bim
  • Nazione: Francia 2019
  • Genere: commedia/Drammatico
  • Durata: 135 minuti
  • Orari

    lun 16 - mar 17 - mer 18: 21.00

Trama del film

Sfiancato dalle scadenze e da una situazione economica assai poco rosea, Max si trasferisce nella sua casa al mare per riflettere. Lì, senza preavviso, lo raggiunge il suo gruppo di amici storici, che non vede da oltre 3 anni, per festeggiare il suo compleanno. La sorpresa è certamente riuscita ma l'accoglienza lascia a desiderare. Max non finge neppure di essere felice. Anzi, fa di tutto per non mettere a proprio agio gli (ex?) amici. Una situazione che metterà il gruppo in una situazione ancora una volta imprevedibile.

Commento

Con la direzione della fotografia di Christophe Offenstein, le scenografie di Philippe Chiffre, i costumi di Carine Sarfati e la supervisione musicale di Emmanuel Ferrier, Grandi bugie tra amici è il seguito di Piccole bugie tra amici, successo datato 2010. A spiegare le ragioni del seguito è lo stesso regista: "Non ho un ricordo particolarmente felice delle circostanze che mi hanno portato a scrivere Piccole bugie tra amici. Mi trovavo allora in ospedale a causa di una grave infezione da stafilococco aureo e non potevo muovermi da lì. Nessuno dei miei amici venne però a farmi visita. Vivevo così un momento molto brutto e in più realizzavo che l'amicizia non era proprio così come l'avevo sempre immaginato. Scrissi allora la sceneggiatura in sole sei settimane, mettendovi dentro tutti i lati negativi della mia personalità e tutto ciò che non mi piace nella natura umana. Anche le riprese del film non furono piacevoli e il giorno della sua uscita uno dei miei migliori amici perse la vita per un incidente in moto. In quel momento, decisi di chiudere per sempre con il film e i suoi personaggi. Come spesso accade, la sorte è difficile da controllare e Piccole bugie tra amici, per quanto per me doloroso, si rivelò un grosso successo. Per anni, non ho più rivisto il film fino a quando una sera l'ho ritrovato per caso in tv. Mi sono fermato a guardarlo e mi ha generato diverse emozioni. Ho riso, ho pianto, mi sono commosso e mi ha fatto piacere rivedere quei personaggi. Guardandomi intorno, ho realizzato che nessuno di coloro che mi circondano è uguale a come era dieci anni fa, non si comporta allo stesso modo e ha altre preoccupazioni: c'è chi si è sposato, chi è diventato genitore, chi si è separato... Le priorità non sono più le stesse, si impiega meno tempo nel decidere di fare una cosa e si parla in maniera più franca. Ho deciso allora che era arrivato il momento di far bilanciare i conti anche ai protagonisti di Piccole bugie tra amici e di capire se sono finalmente in grado di raccontare la verità".  "Grandi bugie tra amici ha toni più cinici di Piccole bugie tra amici. I personaggi si dicono le cose in faccia piuttosto che tacere. E la lista di cose è davvero dura e lunga. Molti di loro hanno perso le loro illusioni ma continuano a credere che supportandosi, nonostante i dissensi e i contrasti, trovino forza e non soffrano più. Credono ancora che possa esserci una luce alla fine del sentiero dei loro problemi. L'unica cosa che tengo a precisare è che non c'è il pathos che avrei messo nel precedente film. Il motivo è semplice: sono cambiato. Volevo emozioni forti e intense ma mai lamentose o sofferte". (da FilmTV)

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP