SCHEDA DEL FILM

Arena del Carmine Lugo

domenica 25 luglio

I PROFUMI DI MADAME WALBERG

  • Regia: Grégory Magne
  • Attori: Emmanuelle Devos, Grégory Montel, Gustave Kervern, Sergi López, Zelie Rixhon.
  • Distribuzione: Satine Film
  • Nazione: Francia 2020
  • Genere: Commedia
  • Durata: 100 minuti
  • Orari

    dom 25: apertura 20,30 - proiezione 21.30

    Prenota il biglietto online

Trama del film

Anne Walberg è una celebrità nel mondo dei profumi. Ha uno straordinario talento nel creare nuove fragranze che vende ad aziende di ogni genere. Ha un carattere forte, è egoista e vive come una diva. Guillaume è il suo nuovo autista ma, soprattutto, l'unico a non aver paura di tenerle testa. Questo è senz'altro ciò che maggiormente incuriosisce Anne e che le impedisce di licenziarlo.

Commento

Al netto di qualche ovvietà tipica del genere (gli opposti che si attraggono, l’amore che vince sempre) e di qualche espediente narrativo poco verosimile (la perdita dell’olfatto che colpisce proprio la protagonista), il film scorre piacevolmente. Ha il ritmo giusto (si siede un po' nel finale) e non è così scontato come le commedie sentimentali, alle quali sembra aderire fin dal titolo. Anne e Guillaume non sono infatti la coppia predestinata delle tante pellicole commerciali made in USA, ma il regista Grégory Magne gioca sul possibile equivoco con abilità. E Madame Walberg (Emmanuelle Devos) porta un po' del glamour de Il diavolo veste Prada, ma senza cinismo, senza dive e senza America. Sceneggiatura originale dello stesso Magne, non così originale in verità, ma l’autore ne esce più che discretamente, scrivendo per i suoi profumi una ricetta dolce, ma non dolciastra. Les parfums è un film semplice che si dimenticherà in fretta, ma pienamente coerente con le proprie intenzioni e quel modo, tutto francese, di innamorarsi dei propri personaggi. Leggero, delicato, effimero, come una nuvola di profumo.Les parfums è una commedia francese garbata e divertente, che trova nel cast buona parte della sua forza: a partire soprattutto da Grégory Montel (Guillaume), un “Daniel Auteil da giovane” con mimica e tempi (spesso comici) perfetti. Si ride, ma più con il cuore che con la pancia. (da SilenzioInSala)

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP