SCHEDA DEL FILM

Cinema Sarti Faenza

annullato

CARO DIARIO

  • Regia: Nanni Moretti
  • Attori: Nanni Moretti, Silvia Nono, Renato Carpentieri, Antonio Neiwiller, Giulio Base
  • Distribuzione: Cineteca di Bologna
  • Nazione: Italia 1993
  • Genere: Commedia
  • Durata: 100 minuti
  • Orari

    annullato

    Premio Miglior Regia Cannes 1994

    Il Cinema Ritrovato

    Versione restaurata da Cineteca di Bologna

Trama del film

Nella prima parte di Caro diario, intitolata In vespa, siamo a Roma nel mese d'agosto. Il personaggio-protagonista girovaga, cercando quartieri e luoghi inusuali. Va al cinema e vede, oltre a un film italiano minimalista sulle sconfitte presunte della sinistra e del '68, Henry-Pioggia di sangue. Trovandolo brutto e troppo violento, decide di fare un terzo grado a un critico, che ne ha scritto le lodi con un linguaggio pseudo-colto e incomprensibile (piccola apparizione di Carlo Mazzacurati). Dopo aver osservato delle coppie ballare il merengue, incontra Jennifer Beals. Infine visita il luogo dove è stato ucciso Pier Paolo Pasolini. Nella seconda parte, Isole, la più disimpegnata e divertente, incontra un amico che non ama la televisione. Insieme girano le isole Eolie fino a quando la tranquillità e la solitudine non fanno esplodere l'amico, che si converte a Beautiful e a Chi l'ha visto?e fugge verso il continente. La terza parte, Medici, è invece la cronistoria, con una ripresa iniziale autentica, della lunga malattia che Moretti aveva contratto. Diagnosi e medicine sbagliate, medici poco disposti ad ascoltare. Poi il paradosso finale: quella che sembrava una malattia della pelle era un tumore benigno e i sintomi erano riportati da una semplice enciclopedia medica.

Commento

Restaurato nel 2019 da Studio Canal e Fondazione Cineteca di Bologna a partire dal negativo scena  originale, un internegativo d'epoca per i titoli di testa e dal magnetico originale per il suono. Un  ringraziamento particolare a Nanni Moretti e Giuseppe Lanci. La lavorazioni sono state effettuate  presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata di Bologna.

Diviso in tre capitoli autonomi e complementari (In vespa, Isole e Medici), Caro Diario rimane, a  quasi trent'anni dalla sua prima uscita in sala, un sorprendente oggetto estraneo di un autore unico  del nostro cinema. Per Nanni Moretti, “splendido quarantenne” , è un punto di svolta: dopo la crisi  ideologica di Palombella rossa, il “leone di Monteverde” abbandona il suo alter ego Michele  Apicella e porta sullo schermo se stesso, senza filtri, dalle gite in vespa nella Roma agostana deserta  fino alla sua, reale, malattia. Un'autobiografia profondamente collettiva, dove le ossessioni  personali del regista – il passato, le case, il ballo, i (cattivi) critici… – si fondono con quelle di un  paese intero, incapace di ricordare, di comunicare, di ascoltare, di capire. Divertentissimo, colmo di  indimenticabili tormentoni morettiani, ma capace anche di momenti di autentica commozione (la  lunga scena del pellegrinaggio verso il luogo dove morì Pasolini). Premio per la regia al festival di  Cannes 1994.

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP